Guardie del Corpo e formazione al Tiro con le armi

 Guardie del Corpo e formazione al Tiro con le armi.


 

L'addestramento della Guardia del Corpo prevede molte discipline, tra le quali anche il combattimento ravvicinato (c.q.b.) sia a mani nude sia con ami da fuoco.............

 

Inutile sottolineare che l'uso dell' arma è sempre l'ultima possibilità: la regola fondamentale della professione di Bodyguard è prevenire o sottrarsi alla minaccia con la fuga (tecnicamente detta evacuazione), proteggendo il VIP ed evitando ogni forma di contatto con la minaccia. Resta il fatto che anche se l'ultimo, il tiro è uno degli strumenti indispensabili per la Guardia del Corpo professionista.

Nei miei corsi base si impartiscono i rudimenti di una tecnica di tiro istintiva sviluppata appositamente per questa professione. Si tratta di un metodo che si ispira a metodi militari, che fanno della semplicità di esecuzione la caratteristica principale e che quindi è stato sviluppato da una casistica operativa chiaramente efficace. L'idea principale è quella di lavorare su posizioni del corpo istintive e dinamiche, che permettono di evitare di perdere secondi preziosi mirando il bersaglio. Come già detto, la regola numero uno è "sganciarsi" dalla minaccia, solo se ciò non è possibile in alcun modo si farà uso dell'arma, frangente in cui le distanze si riducono drasticamente a pochi metri. Se si escludono esplosivi e sniper (le controtecniche vengono insegnate in appositi corsi di specializzazione per Bodyguard), la minaccia più probabile giungerà da distanze comprese tra i 5 e i 10 metri. Diventa quindi praticabile solo un tiro istintivo , ovvero il miglior compromesso tra velocità e precisione. Metto in chiaro subito che l'obiettivo da raggiungere è quello di piazzare tutti i colpi sul "bersaglio grosso", e non ha nessuna importanza se questi risultano più o meno raggruppati. Anzi, in termini di "potere di arresto", che tutti noi addetti ai lavori conosciamo, due colpi distanziati da una decina di centimetri risulterebbero più efficaci. In generale la risposta di una Guardia del Corpo deve essere quella sufficiente a consentire la fuga del Vip, non serve ingaggiare uno scontro a fuoco con gli aggressori più lungo del necessario perdendo tempo prezioso.

Un Abbraccio

Carmelo Scicolone

Il Sito Web utilizza cookie tecnici e analytics per migliorare la navigazione. Al seguente link potrà essere negato il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello steso comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie.