Giusto per non dimenticare 22 LUGLIO 2012

paolo-borsellino-giovanni-f

Quando vado nelle scuole, prima ancora di parlare di Paolo parlo dei "suoi ragazzi" come lui li chiamava (riferendosi agli agenti della scorta ndr) e racconto qualcosa di ognuno di loro; piccoli episodi che facciano capire che sono persone come tutti noi, con i loro sogni, i loro desideri". Così Rita Borsellino, sorella del magistrato morto nella strage in via D'Amelio

 

Il Sito Web utilizza cookie tecnici e analytics per migliorare la navigazione. Al seguente link potrà essere negato il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello steso comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie.